7 settembre 2016

Diario di una lettrice in incognito: Il mondo dell'altrove, Sabrina Biancu

Diario di una Lettrice in Incognito raccoglie le recensioni delle mie letture.

Buon pomeriggio!
Il libro che vi presento oggi è una raccolta di racconti, di un'autrice italiana (tra l'altro mia conterranea), Sabrina Biancu. In realtà ho finito di leggerlo già da tempo ma ho impiegato millenni per scriverne la recensione...leggendo oltre capirete perchè.

Titolo: Il Mondo dell'Altrove
Autore: Sabrina Biancu
Pubblicazione: Marco del Bucchia, 2015

Trama: Cinque racconti - in cui fantasia e realtà si mescolano - capaci di trasportare il lettore in un altro mondo, in un luogo magico. Capaci di farlo sognare. Ogni cosa è viva e insegna qualcosa d'importante. E ciascuna storia si trasforma nella tappa di un viaggio in cui si cresce e si matura a fianco di Elia, Rosy, Tea, Pietro, Desideria, André e della stellina Irina.


Questo libro mi è stato gentilmente inviato dall'autrice in cambio di una recensione onesta.

Ogni volta che leggo un libro vorrei che mi piacesse, soprattutto nel caso di autrici e autori italiani e ancora di più quando capita che quegli stessi autori siano così gentili da inviarmi una copia della loro opera per una recensione. Ecco, vorrei sperticarmi in lodi sconfinate...perciò in casi come quello di oggi, mi sento piuttosto in imbarazzo a scrivere che questo libro proprio non mi è piaciuto.

Il mondo dell'altrove è una raccolta di cinque racconti, di lungheza variabile, in cui alla vita quotidiana e alle vicessitudini dei protagonisti si mescola un'atmosfera fantastica e dei chiari intenti moralistici. Mi viene da pensare a certi racconti dei fratelli Grimm, per quanto riguarda la tipologia di racconto. Il maggior pregio del libro è, oltre alle buone idee di partenza, il fatto che si percepisca tra le pagine un senso di speranza e di fiducia nell'uomo in generale, e in particolari in valori come quello dell'amicizia.

Il difetto maggiore che ho trovato è invece proprio lo stile narrativo. I dialoghi, in particolare, mi sono sembrati forzati e innaturali, un po' troppo stile "sermone". In generale, nel corso della narrazione si è scelto spesso e volentieri di dire troppo, spiegare fatti e morali la cui comprensione, secondo me, poteva essere lasciata semplicemente all'intelligenza del lettore.



Proidee buone

Contro: dialoghi forzati, troppe spiegazioni che potevano essere lasciate alla comprensione del lettore

* VALUTAZIONE *
Una raccolta di racconti che insegna a continuare a sperare e ad avere fiducia in se stessi e nel prossimo. Stile narrativo da migliorare.

* PUNTEGGIO *
6/10



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento e mi farai felice. :)