30 aprile 2017

Things I Like | I preferiti di Aprile 2017

Buongiorno e ben arrivati a fine mese!
Per me Aprile è passato in un lampo: mi sono ritrovata al 30 senza neanche accorgermene. Non so se esserne felice o stranita perchè mi sembra di non aver combinato niente. Boh.
Comunque, una cosa è certa: ho letto libri e ho guardato serie tv e film. Il problema sarà ricordarsi quali...
 

SERIE TV

Aprile è stato un mese ricco di serie finite, purtroppo!

CONTINUUM (quarta stagione)


Le prime due stagioni di Continuum erano interessanti, anche se dall'andamento un po' lento; la terza ammetto di averla seguita con meno attenzione, trovandomi così alla quarta stagione ormai stanca di seguire la serie. Per fortuna è composta da soli 6 episodi. Con una trama che ormai si era persa per strada, l'unica cosa che mi è piaciuta è stata il finale amaro, ma totalmente logico e in linea con i discorsi che erano stati fatti fino ad allora. Medaglia inutilità a Carlos che la maggior parte del tempo pare non sappia che sta facendo.


BROADCHURCH (terza stagione)


Piango. Con la terza stagione Broadchurch chiude (stupendamente) i battenti. Ancora non so se mi butterò sul remake statunitense (sempre con Tennant protagonista) o costruirò un altarino per commemorare una serie ottimamente costruita, ben interpretata, che appassiona e fa riflettere.
QUI il post dedicato a questa serie.



TREDICI


Potevo perdermi la rivelazione di inizio primavera? Ovviamente no. Sto ancora raccogliendo le idee per un post interamente dedicato a Tredici ma, dato anche il delicato argomento che la serie affronta, si sta rivelando un processo piuttosto lungo. Vi posso dire che in generale mi è piaciuta.


THE OA


Netflix per ora sembra non sbagliare un colpo. The OA non è una serie di immediata o di facile comprensione: io non ho capito circa la metà delle cose raccontate ma questo non mi ha impedito di sentirmi, fin dalle prime puntate, empaticamente legata ad ognuno dei protagonisti. Al di là dell'impostazione fantascientifica, The OA è una serie profondamente umana, che parla di solitudine, di diversità, ma anche di unione.


FILM

Questo mese ho scaricato sul mio cellulare un'app per tenere il conto dei film visti e di quelli che vorrei vedere. Risultato: mi dimentico puntualmente di andare a segnarli.


 Perciò, l'unico film che ricordo di aver visto a Marzo è La Bella e la Bestia.
In realtà non avevo intenzione di vederlo ma, ecco, al cinema non ce n'erano di migliori e abbiamo ripiegato su quello.
Cosa ne penso? Scenografia e costumi stupendi ma, a parte questo, mi aspettavo molto di più e invece mi sono ritrovata di fronte ad un film pari pari a quello di animazione, solo con personaggi in carne e ossa. A parte qualche piccolissima variazione e l'inserimento di un paio di canzoni nuove, il resto è uguale. Amo la versione Disney de La Bella e la Bestia (non è IL mio preferito ma sicuramente sul podio) ma, in questo caso, mi aspettavo un riadattamento differente.


LIBRO DEL MESE


Ad Aprile il voto massimo è andato a Il vangelo secondo Biff (la recensione è in fase di ultimazione), che ho letto su suggerimento di Alenixedda di Da una stella cadente all'altra per l'iniziativa Consigliami un libro. -A proposito, oggi è l'ultimo giorno per consigliarmi il libro da leggere a Maggio: vi basta compilare il modulo Google sulla sidebar!-
Tuttavia, ho scelto di eleggere libro del mese Deep (o Doppio Gioco nella versione italiana edita da Newton Compton) perchè è l'ultimo di una serie che mi è piaciuta tanto e, siccome sono sentimentale, quando si finisce una serie che ha emozionato, è come se finisse un amore(RECENSIONE).



CITAZIONE DEL MESE
Il mio amico aveva trovato qualcosa in comune con l'abominevole uomo delle nevi e, anche se non ebbi mai il coraggio di chiederglielo, immaginai vhe a unirli fosse la consapevolezza di essere entrambi unici nel loro genere. E nonostante la connessione che ognuno di loro poteva sentire con Dio e con l'universo, in quel momento, e in un luogo così remoto, potevano contare solo l'uno sull'altro: erano completamente soli.(Il Vangelo secondo Biff, Christopher Moore)


COVER DEL MESE

Le copertine dei libri di questo mese vanno dal brutto all'insomma: non vedo l'ora di scoprire quale secondo voi è la migliore! Prima di lasciarmi al form, annuncio che avete letto come Cover del Mese di Marzo quella di Birthdate!





 
Se vi va fatemi sapere la vostra!

4 commenti:

  1. Ti pare che come cover del mese non voto Deep? Lo sai che gli addominali tatuati in mostra appartengono a Alex Minsky, ovvero il prestavolto del mio Kurt? #justknowing ^_^ C
    omunque, Aprile è filato anche per me, mamma mia ç_ç Il vangelo secondo Biff devo leggerlo anch'io, sempre per istigazione di Alenixxedda ahahahah XDXD
    Corro a Consigliarti un libro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Dagli addominali non l'avevo riconosciuto ahahah ^_^
      Ora mi ci metterò anche io a consigliarti Il vangelo secondo Biff! Leggilooo..leggilooo! XD Ho visto ora il tuo suggerimento, non l'avevo mai sentito!

      Elimina
  2. Tredici è piaciuta anche a me, anche se non penso sia il capolavoro che tutti dicono :\ attendo la tua recensione, sono molto curiosa!
    The OA è nella watch-list :D
    qual è l'app per segnare i film visti? Mi servirebbe proprio, dato che me lo scordo sempre XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tredici è fatta bene e ha molte qualità ma sì, non è un capolavoro assoluto. Infatti mi piacerebbe leggere il libro per farmi un'idea più completa!
      L'app che sto usando io si chiama MovieBook: è proprio elementare e serve giusto per segnare i film visti e quelli da vedere.

      Elimina

Lascia un commento e mi farai felice. :) Non si accettano insulti, offese varie e spam.