17 maggio 2017

La principessa degli elfi, Licia Oliviero | Recensione


Buon pomeriggio lettori!
Oggi vi propongo la recensione di un romanzo fantasy di un'autrice italiana: La Principessa degli Elfi, di Licia Oliviero.


Titolo: La principessa degli elfi
Autore: Licia Oliviero
Serie: La principessa degli elfi #1
Edizione:  StreetLib self-publishing, 2016
Pagine: 303

Trama: Layra ha vissuto i primi dieci anni della sua vita completamente all'oscuro delle sue origini e del suo retaggio, consapevole solo di essere diversa da tutti gli altri, per il diadema azzurro che le cinge la fronte come un tatuaggio. Quel simbolo la contraddistingue come Principessa degli Elfi della Luce e il suo destino è riscattare il suo popolo dalla tirannia degli Elfi Oscuri, che hanno usurpato il suo trono. Una volta scoperta la verità, tuttavia, è rapita dai demoni e, nonostante lei tenti più volte la fuga, solo quattro anni dopo ritrova la libertà. La prigionia l’ha marchiata e la sua fiducia nel prossimo è quasi scomparsa, eppure riuscirà a trovare l’amore e l’amicizia, che le resteranno accanto, sebbene il suo destino sia incerto, costellato di tradimenti, fughe e nemici potenti. Un racconto magico capace di evocare le forze del Bene e del Male sovrane del destino di ognuno di noi.



* Questo libro mi è stato gentilmente inviato dall'autrice in cambio di una recensione onesta.

La Principessa degli Elfi racconta la storia di Layra che, vissuta per dieci anni in un orfanotrofio umano, scopre di essere la Principessa degli Elfi della Luceì, trovandosi al centro di una guerra tra Elfi della Luce ed Elfi Oscuri.
Ho trovato il libro un buon esordio, soprattutto se si intende rivolto ad un pubblico molto giovane, dagli 11/12 anni in su.
I personaggi sono ben delineati e si dividono nettamente in buoni e cattivi: i primi, sempre onesti e coraggiosi e i secondi, crudeli e violenti. Mi ha stupito l'uso della violenza, la quale ricorre spessissimo nel libro, caratterizzando in particolare il personaggio di Drew e rendendolo, da subito, l'antagonista principale dei nostri eroi.
Nel corso della storia conosceremo anche Amos, il re degli Elfi Oscuri. Su di lui ancora non mi sono fatta un'opinione precisa, ma mi è sembrato sicuramente interessante.
Per quanto riguarda invece il gruppo dei personaggi positivi, ne fa sicuramente parte Anter, un Elfo dell Luce che fa parte dell'Opposizione, un movimento che tenta di contrastare il predominio degli Elfi Oscuri. Se dovessi fare un paragone con le fiabe classiche, Anter sarebbe sicuramente il cavaliere dall'armatura scintillante, coraggioso e integerrimo.
Ally, la sorelinna decenne di Anter, è il personaggio che mi è piaciuto di più ma anche quello che mi ha lasciato abbastanza perplessa perchè spesso parla e si comporta come qualcuno molto più grande dei suoi dieci anni. Devo però ammettere che diversi fattori potrebbero giustificare questa sua caratteristica: tutti i personaggi principali sono molto giovani (Layra e Anter, per esempio, hanno rispettivamente 14 e 16 anni); il romanzo è ambientato in una situazione in cui essi sono, per forza di cose, cresciuti in fretta; nel caso di Ally, la particolarità dei suoi poteri potrebbe giustificare una saggezza e consapevolezza inconsueta.
Infine, Layra, è un personaggio totalmente positivo. Nonostante l'infanzia non esattamente felice e le angherie subite, dimostra una forza fuori dal comune, cercando di non arrendersi e di non perdere la speranza.


Dal punto di vista narrativo, ho notato un po' di confusione nei primissimi capitoli: il libro infatti comincia catapultando il lettore direttamente in una situazione già avviata, senza dare sufficienti spiegazioni e punti fermi. Dopo i primi capitoli che non mi hanno convinto particolarmente e che presentano alcuni punti secondo me da rafforzare (soprattutto per quanto riguarda il ritmo della narrazione), la storia si fa più coinvolgente, meglio costruita ed emerge in maniera più chiara il carattere dei personaggi.
Lo stile è semplice e scorrevole: solo alla fine mi sono accorta che il libro constasse di 300 pagine, che sono letteralmente volate mentre seguivo le peripezie di Layra.

La Principessa degli Elfi è il primo libro di una trilogia e il finale, oltre a lasciare con una grande curiosità di sapere cosa succede dopo, pone delle ottime basi per il seguito.

Prostoria scorrevole
Contro: primi capitoli poco convincenti

* VALUTAZIONE *
Un fantasy per ragazzi scorrevole, avvicente e scritto bene

* PUNTEGGIO *
7,6/10

 (punteggio minimo: 5 - punteggio massimo: 10)



L'Autrice
Licia Oliviero è nata a Torre del Greco nel 1995. Nel 2014 ha conseguito la maturità Scientifica con il massimo dei voti e si è iscritta alla facoltà di Lettere Moderne. Ha da sempre una fervida immaginazione e una predilezione per tutto ciò che appartiene al mondo della fantasia. Considera la lettura un bisogno primario, adora perdersi nei mondi di carta e inchiostro. L’amore per la scrittura deriva direttamente da queste passioni, scrivere è stato inizialmente il mezzo per dare sfogo alla fantasia, mentre adesso è una necessità, capace di rapirla anche per giornate intere. Il suo esordio letterario è stato "La Principessa degli Elfi", seguito da "La Principessa degli Elfi - La Rivolta". La sua ultima pubblicazione, "La Principessa degli Elfi - La Maledizione", è il volume conclusivo della trilogia fantasy.

2 commenti:

  1. Grazie mille per la recensione! Sono contenta ti sia piaciuto! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te e complimenti per il tuo lavoro! <3

      Elimina

Lascia un commento e mi farai felice. :)