14 marzo 2018

Il dilemma dei libri non finiti

Buongiorno lettori!
Questo post nasce da una riflessione che ho fatto negli ultimi giorni: argomento libri non finiti. Io sono una di quelle persone che deve finire un libro per forza. Anche se mi sta annoiando o lo vorrei lanciare dalla finestra perché i personaggi sono terribili o altro, mi sento obbligata ad arrivare alla fine, anche solo per giustificare i soldi che ho speso per acquistarlo.


Ora che mi sono ritrovata ad avere meno tempo da dedicare alla lettura, ho avvertito questo mio atteggiamento come uno spreco di tempo. Tempo che potrei dedicare a letture più piacevoli.
Ma pensare così non è una sorta di sgarbo nei confronti del libro in questione?
È assurdo, ma quando penso di lasciar perdere un libro che non mi sta prendendo, mi sento quasi in colpa, come se abbandonandolo stessi facendo un torto al libro stesso e alla storia raccontata.
D'altra parte, costringendomi a proseguire una lettura che non mi sta piacendo, non faccio forse un torto a me stessa?

Come vedete oggi mi sono svegliata bipolare.
Comunque è un argomento che mi incuriosisce e mi piacerebbe sapere se anche voi vi siete mai trovati di fronte a questo dilemma. Vi sforzate di finire tutti i libri che leggete o, se non vi stanno piacendo, li abbandonate senza rimpianti?

Io da oggi ho deciso che proverò a lasciar perdere i libri che non mi piacciono e non sforzarmi di proseguirne la lettura solo per una questione di principio o per sensi di colpa assurdi.

10 commenti:

  1. Io ho il tuo stesso dilemma; da un lato mi dispiace non terminarli, ma mi sembra un controsenso proseguire la lettura se non mi sta piacendo! Infatti alla fine scelgo quasi sempre di abbandonarla, almeno che non ci siano delle motivazioni particolari 🙈

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, io finora mi sono sempre sforzata di finirli anche se non mi stavano piacendo, ma d'ora in poi farò come te! :)

      Elimina
  2. qualche mese fa ho venduto un libro che non avevo letto (se la prima pagina), il seguito di un romanzo che non mi era dispiaciuto, ma che avevo letto troppo tempo fa per ricordarmi la storia o solo per aver voglia di proseguirla. E continuo a sentirmi in colpa quando ci penso XD
    Obbligarsi a leggere un libro che non ci piace e\o di cui non abbiamo voglia è una tortura, ma a me dispiace abbandonarli perché sono del parere che un libro può sempre migliorare. Ci sono i libri che all'inizio sono magari lenti e non ci prendono, ma che dopo un po' ci catturano del tutto. Quindi abbandonarli all'inizio o a metà potrebbe essere un errore. Certo, se il libro parte malissimo e lo detestiamo sin da subito, allora è decisamente il caso (ad esempio ho abbandonato Irraggiungibile di Abbi Glines dopo quattro capitoli e non me ne sono mai pentita):

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah ti capisco Giusy! :D
      Sono d'accordo con te sul fatto che a volte bisogna dare tempo al libro perché ci prenda, però credo anche che una volta arrivati a metà o più un romanzo dovrebbe aver già dovuto catturare il lettore. Se non l'ha fatto o se lo fa solo negli ultimi capitoli c'è qualcosa che non va (non necessariamente nel libro in sè, può essere che proprio non rientri nei miei gusti).

      Elimina
  3. Ci sono quei libri che anche se non mi piacciono (cioè, ci sta tanto di quel trash che devo scriverci sopra una recensione) li proseguo e li finisco, ci sono quelli che non riescono proprio a prendermi e anche se provo ad insistere mi sento male, non mi piace costringermi a leggere una cosa che tanto so che A) gli darò un voto negativo B) ho perso tempo su un libro quando potevo dedicarmi ad altro. Senza considerare che noi lettori forti abbiamo non sono una pila di libri sulla libreria ma pure sul profilo di Goodreads, una vita non basta per leggere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, c'è anche da considerare tutta la pila di libri che ci aspettano e che aumenta giorno dopo giorno! :D

      Elimina
  4. Ho troppi libri sulle librerie per sentirmi in colpa se non li finisco, anzi ti dirò di più: quest'anno ho deciso di abbandonarne più del solito, nel senso che decido più in fretta se voglio finirli o meno, anche perchè la mia pazienza si assottiglia sempre più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai benissimo! D'altronde se un libro non sta piacendo è inutile essere masochisti.

      Elimina
  5. Stesso dilemma. A volte anche se non mi piacciono cerco di portarli a termine, sopratutto per eventi o cose simili. ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ho preso l'impegno di leggerli per qualche evento anche io mi sforzo e li finisco, non mi sembrerebbe corretto lasciarli a metà. Ma nel caso di letture normali sto cercando di non mettermi troppi problemi: se non mi piace proprio lo mollo! :D

      Elimina

Lascia un commento e mi farai felice. :) Non si accettano insulti, offese varie e spam.