21 giugno 2018

Dreamology, Lucy Keating | Recensione


Buongiorno! Oggi vi parlo di un romance adolescenziale con un tocco fantasy!




Titolo: Dreamology (or. Dreamology)
Autore: Lucy Keating
Prima Pubblicazione: 2016
Edizione italiana: Newton Compton Editori, 2016
Pagine: 255 







Trama
Per quanto Alice può riuscire a ricordare, Max è sempre stato parte integrante dei suoi sogni. Insieme hanno girato il mondo, vissuto esperienze straordinarie e si sono innamorati alla follia. Max è il ragazzo perfetto… Peccato che non sia reale. Perché Max non esiste. O almeno, così ha sempre pensato Alice. Fin quando entra nella sua nuova classe, il primo giorno di scuola, e… non riesce a credere ai suoi occhi: il suo Max è lì, davanti a lei, in carne e ossa. Ben presto però dovrà fare i conti col fatto che il Max reale è molto diverso dal Max dei sogni. Il Max reale è testardo e problematico, ha una vita complicata e intensa, di cui Alice non fa parte, nonché una ragazza, Celeste. Anche il loro incontro e il loro rapporto non sono così perfetti come lei aveva sperato. Quando si è vissuto un amore da sogno, ci si potrà mai accontentare della realtà?


Dreamology è il romanzo ideale per chi vuole una lettura leggera e scorrevole con una forte componente romance e un pizzico di assurdo. Proprio quest'ultimo elemento rende il romanzo della Keating un'opera piuttosto originale, pur rimanendo comunque entro i canoni dello young adult.

A farmi avvicinare a Dreamology è stata l'idea di fondo, che mi ha incuriosito subito: Alice sogna Max da quando è piccola ma, quando si trasferisce nella nuova scuola, se lo trova di fronte in carne e ossa.
Mi piacciono molto i romanzi che hanno a che fare con il mondo onirico e da questo punto di vista sono rimasta abbastanza soddisfatta, seppure qui sia più che altro un pretesto per sviluppare la parte romance. Infatti in nessun punto del libro si cerca di spiegare veramente perché e in che modo Alice e Max si sognino a vicenda. Al fatto vengono dedicate poche righe che secondo me non spiegano proprio niente e sembrano  più un'arrampicarsi sugli specchi.

Se si prende semplicemente come un dato di fatto che i due ragazzi si sognano, senza voler indagare oltre sulle cause e sul come, i capitoli dedicati ai sogni dei due sono il punto di forza del libro. Apprezzo sempre un tocco di stramberia e le cose assurde, perciò queste parti sono quelle che mi hanno divertito di più, mentre il resto non rivela particolari sorprese né a livello di trama né a livello di caratterizzazione dei personaggi. Il fatto che si inquadri nei canoni della letteratura young adult in realtà non è neanche una cosa negativa, dato che comunque è un genere che mi piace e che leggo con piacere, con le dovute pause.

Dreamology è un romanzo sul potere dei sogni ma anche un invito a non vivere solo in essi perché la realtà è ricca anche di cose belle e può essere altrettanto magica.

Consigliato a: lettura adattissima per adolescenti e preadolescenti e per trascorrere un pomeriggio rilassante.
Preparatevi anche dei dolci a portata di mano perché vi troverete di fronte delle scene parecchio golose e vi verrà voglia di mangiare una quantità industriale di cioccolati, biscotti e torte Oreo.





* PUNTEGGIO *
7,6/10

 (punteggio minimo: 5 - punteggio massimo: 10)




- Usando il link qui sopra per i tuoi acquisti (anche totalmente differenti dall'articolo indicato) guadagnerò, senza alcuna spesa aggiuntiva da parte tua, una piccola percentuale che riutilizzerò per l'acquisto di libri da recensire sul blog. Grazie! -


2 commenti:

  1. Mi fa sapere leggere che questo libro alla fine non sia così terribile (come l'ho sempre immaginato XD)! Prima o poi lo leggo :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No dai, terribile no :D È molto adolescenziale e si sa subito dove andrà a parare la trama, però se ti piace il genere non è certamente da buttare e si legge velocemente.

      Elimina

Lascia un commento e mi farai felice. :) Non si accettano insulti, offese varie e spam.