1 dicembre 2018

Gli amici silenziosi, Laura Purcell | Review Party



Buongiorno lettori!
Rompo il silenzio di queste settimane (non ho ancora risolto i problemi di salute quindi non so quando tornerò pienamente attiva) per parlarvi di una nuova uscita che mi è piaciuta molto, l'horror gotico Gli amici silenziosi.



Titolo: Gli amici silenziosi (or. The silent companions)
Autore: Laura Purcell
Edizione italiana: DeA Planeta Libri
Uscita: 27 Novembre 2018
Pagine: 382 







Trama
Inghilterra, 1865. Rimasta vedova e incinta del primo figlio, la giovane e inquieta Elsie parte alla volta della tenuta del marito insieme alla zitellissima cugina di lui, Sarah. Ma in quell'angolo di campagna inglese remoto e inospitale, l'opportunità di trascorrere in pace il periodo del lutto diventa qualcosa di molto più simile a una prigionia: un esilio opprimente in attesa che l'amato fratello Jolyon giunga da Londra a salvare Elsie dall'isolamento e dalla noia. A distrarre lei e Sarah dalla cupa atmosfera in cui sono sprofondate, solo l'intrigante diario di un'antenata dei Bainbridge, Anna, vissuta e tragicamente morta più di duecento anni prima; e la stanza in cui giacciono ammassate decine di figure di legno dalle sembianze realistiche e straordinariamente inquietanti. Quegli "amici silenziosi" che Anna si procurò allo scopo di deliziare ospiti illustri, presto costretti a ripartire in circostanze mai del tutto chiarite.


La trama in breve: Elsie (sì, ho scelto di leggerlo soprattutto per via dell'omonimia), appena diventata vedova, si trasferisce nella dimora di campagna del marito insieme alla cugina di lui, Sarah. Qui troverà molti segreti da svelare e, ad attenderla, delle figure di legno chiamate Amici.

Come vi accennavo, Gli amici silenziosi è un romanzo gotico: l'ambientazione quindi è uno degli elementi caratterizzati e concorre alla costruzione di un'atmosfera tetra e inquietante. In questo senso, già la prima impressione che il lettore ha di The Bridge, la casa in cui Elsie e Sarah si trasferiscono, lascia il segno e indirizza a quello che sarà il tenore dell'intero libro. The Bridge si presenta come una vecchia casa abbandonata che sembra avere insita una strana aura e che crea disagio; porta inoltre in dote un passato piuttosto oscuro ed è oggetto di parecchie superstizioni nel villaggio vicino.
L'elemento più curioso del romanzo è poi dato dagli Amici silenziosi, figure di legno a grandezza naturale dipinte in modo sorprendentemente realistico che Elsie e Sarah rinvengono per caso in una delle stanze della casa. Non fanno subito il loro ingresso nella storia, ma dal momento in cui compaiono sono da annoverare tra i protagonisti o, per lo meno, tra i pilastri attorno a cui ruota la narrazione. Delle presenze silenziose ma costanti che, man mano che si va avanti nella storia, appaiono sempre più inquietanti. Gli Amici fanno anche da collegamento tra la storyline ambientata nell'Ottocento e quella che si muove nel Seicento. Sono infatti due i punti di vista nel romanzo, quello di Elsie e quello di Anne Bainbridge, antenata del marito di Elsie e quindi di Sarah.

Innegabile la componente femminile nella storia, a partire da Elsie, una donna forte con un passato doloroso (e misterioso) che, dopo aver sposato un uomo di ceto superiore, si ritrova già vedova a pochissimo tempo dalle nozze. Non meno importanti sono poi Anne Bainbridge e Sarah, anche se per quest'ultima mi sarebbe piaciuto un maggiore approfondimento perché, almeno fino a metà libro e oltre, non ho ben capito come inquadrarla.

La trama è interessante, con diversi misteri intrecciati tra loro, e lo stile è molto scorrevole. In questo periodo non sto leggendo quasi niente, ma il romanzo di Laura Purcell è stata una lettura piacevole e fluida.
Un libro che poteva essere adatto al periodo di Halloween ma che vedo benissimo anche per quello natalizio, magari di fronte al fuoco con una bella tazza di cioccolata calda a fianco.




* PUNTEGGIO *
8,3/10

 (punteggio minimo: 5 - punteggio massimo: 10)





- Usando il link qui sopra per i tuoi acquisti (anche totalmente differenti dall'articolo indicato) guadagnerò, senza alcuna spesa aggiuntiva da parte tua, una piccola percentuale che riutilizzerò per l'acquisto di libri da recensire sul blog. Grazie! -


7 commenti:

  1. Ooooh, sembra interessante!

    RispondiElimina
  2. ciao, ho appena scoperto il tuo blog. Davvero molto bello e curato. Complimenti

    RispondiElimina
  3. Ciao! Siamo nuove lettrici! Ho (piacere sono Gio) questo libro in lista da un po'… penso sia arrivato il momento di recuperarlo e leggerlo! Complimenti per il blog!;)

    RispondiElimina

Lascia un commento e mi farai felice. :) Non si accettano insulti, offese varie e spam.